BENVENUTI

BENVENUTI

CHI SONO ?

Da anni seguo un percorso di ricerca personale che mi ha portato a spaziare in vari campi dell’essere umano, pur senza avere la presunzione di avere tratto delle conclusioni. Ritengo importante il viaggio che mi permette di confrontarmi ogni volta con quanto affermato nei testi.
La grande iniziatrice è la Vita che ogni attimo ci pone davanti delle scelte e, dalla direzione che prenderemo, anche le nostre vicissitudini avranno modo di assumere aspetti diversi, a volte buoni, a volte ottimi, il più delle volte accettabili ed a volte decisamente negativi.
La differenza la farà il nostro modo di reagire a questi aspetti, a questi specchi. Sembra facile?
Non lo è. E’ semplice, ma non facile.
Tutti, più o meno, nutriamo delle aspettative, e sono proprio loro la fonte di tanti dispiaceri.
Quando “ci aspettiamo” qualcosa, quasi certamente saremo delusi.
E’ molto raro trovare chi corrisponde alle nostre aspettative e, se capita, avete trovato il tesoro.
Tenetelo stretto, non fatevelo sfuggire, che sia un amico o la persona del cuore.
La Vita è un viaggio, se vi fa piacere, se lo desiderate, possiamo fare un tratto di strada insieme.


Fogli Gabry               








Mi chiamo Gabriella, Gabry per gli amici, amo gli aforismi, la storia medievale, i classici dell'esoterismo. Ho all'attivo oltre 40anni di studi di ogni genere perchè sono curiosa e da tempo mi sono posta le tre domande fondamentali: chi sono, da dove vengo e dove sono diretta.
Una risposta non l'ho ancora trovata, ma ciò che conta è il viaggio alla scoperta di mondi sconosciuti ai più, non perchè sono nascosti, ma perchè i più non sono interessati a nulla che non sia fruibile e di consumo pratico immediato.
Ho tre figli e quattro nipoti, la terza figlia è nata dopo tanti anni che la cercavamo e nel frattempo ero attivata a 39 anni, quindi ha quasi vent'anni e studia giapponese ed inglese all'università.
Una malattia di natura auto-immune si è presentata una decina di anni fa, e prima della diagnosi sono trascorsi alcuni anni in cui sostenevano che ero depressa, sentenza che in primo luogo viene effettuata quando non sanno cosa si trovano davanti. Poi, finalmente, è arrivata la diagnosi: ho una patologia rara che mi ha attaccato i polmoni e i bronchi e la notte dormo con un respiratore e l'ossigeno, ossigeno che uso anche durante il giorno. Poi mi ha attaccato i muscoli e i tendini e non cammino più, sono su una sedia a rotelle, le medicine che prendo, tra cui il cortisone, mi hanno provocato il diabete ed il glaucoma, poi le "buone notizie" non vengono mai sole e così aggiungiamo la fibromialgia, la neuropatia delle piccole fibre motorie e del dolore, una colonna vertebrale con tanti problemi e via, non mi ricordo tutto ciò che ho. So solo che ogni volta che un medico mi visita cita la frase ormai storica "certo, la situazione è complessa". Bravo, lo so anche io....opzioni? Nulla, o quasi.
Per ora mi fermo qui perchè quando inizio a parlare della Sanità mi sale la pressione !!!