DOMENICA DELLE PALME: FRASI POESIE CITAZIONI

DOMENICA     DELLE      PALME

FRASI POESIE CITAZIONI

Un giorno ricco di simboli, la colomba, le palme i ramoscelli di ulivo, simboli sacri per ricostruire nel nostro cuore un luogo pace, amore e serenità.
Stephen Littleword



Che la colomba della pace porti tanta serenità nei cuore e tanta luce per illuminare
chi non vede, che voli nei cieli del mondo a portare pace dove pace non ce n’è, portare pace con noi stessi e donarla agli altri senza distinzioni. Con il cuore aperto all’amore, alla serenità, alla luce dello spirito.
Stephen Littleword


“È il giorno della pace
per tutti, anche per chi non ne è consapevole.
Suonano le campane a festa
i bimbi corrono sul Sagrato,
ondeggiando i ramoscelli d’ulivo
verso il cielo, in segno di pace.
Le colombe bianche si alzano
in volo, simbolo di pace,
rincorrendo l’aria festosa,
è la domenica delle palme,
gioiamo, è festa!”


Nel ricordo di Gesù che è venuto a portare la pace.
Cerchiamo di mettere in pratica questo insegnamento
impegnandoci ad amare il prossimo non a parole,
ma con i fatti.
E’ inutile in questa mattinata affollare le chiese,
se non abbiamo dentro di noi la volontà
di essere portatori di pace…
AUGURI A TUTTI DI PACE E SERENITA’!
Buona Domenica Delle Palme


La pace non può regnare tra gli uomini se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro.
Papa Giovanni Paolo II


Devi innanzitutto cercare la Pace in te stesso, è il primo passo per trovarla intorno a te.
Prova a comprenderti, perdonarti, accettarti. Se dentro di te non esiste un minimo equilibrio, come puoi pretendere di trovarlo nel mondo?
Anton Vanligt, Mai troppo folle


“Non siate mai uomini, donne tristi: un cristiano non può mai esserlo! Non lasciatevi prendere mai dallo scoraggiamento! La nostra non è una gioia che nasce dal possedere tante cose, ma dall’aver incontrato una Persona: Gesù, dal sapere che con Lui non siamo mai soli, anche nei momenti difficili, anche quando il cammino della vita si scontra con problemi e ostacoli che sembrano insormontabili, e ce ne sono tanti! Noi accompagniamo, seguiamo Gesù, ma soprattutto sappiamo che Lui ci accompagna e ci carica sulle sue spalle: qui sta la nostra gioia, la speranza che dobbiamo portare in questo nostro mondo. Portiamo a tutti la gioia della fede!”
Papa Francesco, domenica delle Palme, 24/03/13



"È il giorno della pace..ma non per tutti.
Suonano le campane a festa
i bimbi corrono sul Sagrato,
ondeggiando i ramoscelli d'ulivo
verso il cielo, in segno di pace.
Le colombe bianche si alzano
in volo, simbolo di pace,
rincorrendo l'aria festosa,
ma la mente vola verso quei luoghi
dove c'è ancora guerra..."
(Salvatore Ambrosino)


L’ulivo Benedetto
Oh, i bei rami d’ulivo! chi ne vuole?
Son benedetti, li ha baciati il sole.
In queste foglioline tenerelle
vi sono scritte tante cose belle.
Sull’uscio, alla finestra, accanto al letto
metteteci l’ulivo benedetto!
Come la luce e le stelle serene:
un po’ di pace ci fa tanto bene.
G. Pascoli 


L’olivo BenedettoLo sai che, su tutti gli altari,
oggi benedicon l’olivo?…
Domenica dell’olivo:
domenica di pace!
Chiedine un piccolo ramo,
di quell’olivo di pace:
portalo a casa con te.
E’ ancora umido e vivo
come una fronda novella;
pieghevole come un giunco;
fresco così che le foglie
odorano, più che alle nari,
d’amarognolo al palato,
come l’olio appena torchiato.
Chi sa da quale adunco
pennato fu colto stamani!
Era di primo giorno
forse; e perciò, vedi?, conserva ancora
su di sé quel pallore
d’alba, allorché la luna mattutina
vanisce nel cielo di perla …
Portalo teco, sul cuore;
portalo con sereno ciglio.
Danne, uomo, una ciocca a tuo figlio.
Fa’ come un tempo la madre
tua, benedetta, faceva con te.
Pietro Mastri 


Rametti di ulivo,baciati dal sole,
accarezzati dal vento
e da un dolce canto,
sprigionano nell’aria,
una atmosfera serena.
Rametti che hanno voce,
che parlano di pace,
di speranza e nuova luce.
Porta in casa
la palma benedetta,
accanto al letto
della tua cameretta,
balsamo per il cuore,
cancellerà ogni dolore…
nel nome del Signore! 

Emerge tra la folla
un vociare allegro di bambini,
con rami di palme nelle mani
gridano festanti:
"Osanna al figlio di David!
Benedetto Colui che viene
nel nome del Signore!
Osanna, Osanna...".
Simile a un uomo
seduto su un puledro d'asina
il "Re d'Israele"
si lascia acclamare
sorridendo alla loro innocenza.
Passa altero,
ma la sentenza futura è già scritta,
bruciante di realtà:
passione e morte l'aspettano
all'angolo della strada.

Ma il trionfo dell'Amore
si concluderà con la Pasqua Gloriosa.
Sarà Maria di Magdala
a dare al mondo l'annuncio
della sua Resurrezione.
Il vociare festante dei bambini
intanto continua...
"Osanna al figlio di David!
Benedetto Colui che viene
nel nome del Signore!
Osanna, Osanna...".
Maria Damonte


"È il giorno della pace..ma non per tutti.
Suonano le campane a festa
i bimbi corrono sul Sagrato,
ondeggiando i ramoscelli d'ulivo
verso il cielo, in segno di pace.
Le colombe bianche si alzano
in volo, simbolo di pace,
rincorrendo l'aria festosa,
ma la mente vola verso quei luoghi
dove c'è ancora guerra..."
(Salvatore Ambrosino)




MACRO

Etichette

Mostra di più

POST PIU' POPOLARI