Post in evidenza

BENVENUTI

Benvenuti a tutti i nuovi amici. Le nostre strade si incrociano, provengono da diverse esperienze,  da diversi passati, da di...

lunedì 31 marzo 2014

COME USARE LA GIOIA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
COME USARE LA GIOIA

(da: Torkom Saraydarian - * Gioia e' guarigione *)

1. Il primo modo e' attraverso i tuoi pensieri. Non formare nella tua mente alcun pensiero che non sia gioioso, ottimistico e tale da espandere la tua speranza e il tuo futuro. Ogniqualvolta crei un pensiero triste e negativo, e' come se tu avessi un "tarlo", si crea una fuga. Per esempio, quando stai per creare una nuova impresa, un lavoro artistico o altre cose creative, non pensare: "E se non ce la faccio? Che accadra' se fallisco? E se va male?".

La gioia puo' diffondersi attraverso i tuoi pensieri, i quali trasportano immense quantita' di carica gioiosa, che puo' trasformare i tuoi affari, il tuo futuro, i tuoi progetti, come pure i progetti altrui. Forse l'ottanta per cento dei tuoi pensieri sono dettati dal cattivo umore, tristi, dolorosi e girano intorno all'idea di fallimento, lotte, odio, vendetta e cosi' via.
Non coltivare tali pensieri: per imparare ad impedire che ti si affaccino alla mente basta cominciare a prevenirli. Comincia ad imparare come rendere gioiosi i tuoi pensieri.

Cerca di osservare te stesso oggi, domani, l'anno prossimo e per il resto dei tuoi giorni: vedi se riesci a trasformare i pensieri negativi in pensieri di gioia. Facciamo il caso che tu conosca qualcuno che ha fatto o detto qualche cosa che ti ha disturbato: ecco che tu fai partire il motore dei pensieri negativi che produce gas di scarico velenosi. Cerca di arrestare immediatamente questo processo, chiediti: "Posso trovare qualcosa di buono in quella persona?" Pensi di poterti vendicare danneggiandola con pensieri negativi, ma prima che i pensieri lascino la tua mente, gia' hanno inquinato la tua stessa aura: i pensieri negativi fanno del male a te prima
che all'altra persona.

Se hai pensieri negativi, essi distorcono il meccanismo mentale perche' sono velenosi.

L'energia mentale e' neutra, non e' ne' negativa, ne' positiva, e quando il processo del pensiero ha inizio, e' la tua motivazione che fa si' che quell'energia costruisca forme velenose oppure benefiche. Prima di formulare un pensiero, di' a te stesso: "Sara' un pensiero molto salutare e molto bello." I pensieri negativi, velenosi, privi di gioia sono la causa del tuo insuccesso.
I pensieri giusti e belli sono carichi dell'energia spirituale della gioia, e saranno invincibili, vittoriosi e potenti; inoltre nutrono la tua mente, il tuo corpo e la tua aura. Questi sono i segreti della Natura, ma nessuno ne parla.

Tu ti preoccupi di che malattia morirai; se avrai un incidente; ti domandi che cosa ti succedera' e se per caso non sei gia' malato di cancro. Tutti questi pensieri che circolano nella tua mente vanno eliminati grazie all'azione dei pensieri gioiosi: comincia a pensare tutto il contrario, che vivrai a lungo una vita felice e sana, che sarai bello, puro e intelligente... quando fai questo, il sistema elettrico del tuo corpo comincia a funzionare sulle marce positive anziche' negative.
Sta a te ucciderti o progredire: sei tu che ti uccidi, come sei tu che ti guarisci. Con i pensieri negativi e pessimistici avveleni l'atmosfera in cui vivi. 


http://www.ViviamoInPositivo.org

ISTRUZIONI DI VOLO PER AQUILE E POLLI



 


Da: ANTHONY DE MELLO

ISTRUZIONI DI VOLO PER AQUILE E POLLI

PIEMME EDIZIONI V

Edizione settembre 1997

..............................
......

"Una grande, grandissima gioia"

Se la preghiera fosse praticata e compresa in modo adeguato,
renderebbe cosi' ricchi da capire che le cose non hanno importanza.
"La vita e' quella cosa che ci accade mentre siamo occupati a fare
altri progetti". Siamo intenti a far colpo sugli altri. Siamo
indaffarati per vincere le olimpiadi, per avere successo. E la vita ci
scivola via dalle mani.

In noi c'e' qualcosa di prezioso. Una perla preziosa. Un tesoro. Il
regno di Dio e' dentro di noi. Se almeno scoprissimo questo!

"La grande tragedia della vita non consiste in quanto soffriamo, ma in
quanto perdiamo". "Gli esseri umani nascono dormendo, vivono dormendo
e muoiono dormendo". Alle volte non nascono dormendo, nascono svegli;
ma, quando sviluppano il cervello, piombano nel sonno... Hanno figli
nel sonno, li educano dormendo; trattano grandi affari nel sonno,
salgono al governo dormendo, muoiono dormendo. Non si svegliano mai.
Spiritualita' significa svegliarsi. Voi state vivendo in un torpore
d'ebbrezza. E' come se foste ipnotizzati, drogati! E non sapete cosa
state perdendo. Come uscirne? Come svegliarsi? Come sapere se si sta
dormendo?

I mistici, quando vedono cio' che li circonda, scoprono una grande
gioia, che sgorga dal cuore delle cose. Concordi, parlano di questa
gioia e dell'amore che tutto inonda. E possono anche avere dei dolori,
che noi chiamiamo sofferenza; ma in se' hanno una gioia straordinaria,
che nulla puo' modificare, o sottrarre loro. Come arrivare a questo?
Mediante la comprensione, liberandoci dalle illusioni e dalle idee
distorte. Dobbiamo staccarci da esse, perche' e' inutile continuare a
dire a Dio: "Dammi! Dammi! Dammi!". "Va' a legare il tuo cammello! Dio
non puo' essere importunato con cose che puoi fare tu!".

A un uomo, la cui barba stava bruciando, dissero preoccupati: "La tua
barba e' in fiamme!". Ed egli replico': "Non vedete che sto pregando
perche' piova? Sto gia' facendo qualcosa!". Voi dite: "Signore, fa'
che io veda!" e restate con gli occhi chiusi. Comprensione, prontezza,
disponibilita' a vedere. Questa e' la preghiera. Quando parlo di
preghiera, non mi riferisco al "Signore! Signore!", ma al "Fate quel
che vi dico". Questa e' la preghiera di cui vi ho parlato.

Ci sono due tipi di preghiera. C'e' il "Signore! Signore!", e qualcosa
di decisamente migliore: "Fate quel che vi dico". Alcuni fanno cio'
che egli dice, senza dire mai: "Signore! Signore!", e addirittura
senza aver mai udito parlare del Signore. Altri sono pieni del
"Signore! Signore!" che pregano giorno e notte, ma rischiano di
doversi sentir dire: "Non vi conosco". "Fate quel che io dico". Questo
e' amore per Dio. Essere trasformati nell'amore: questo e' amore per
Dio. Allora saprete chi e' Dio. Allora saprete cosa e' la realta'




. ......................................

"Per vivere saggiamente"

1. La nostra felicita' o infelicita' dipende piu' dal modo in cui
percepiamo e affrontiamo gli avvenimenti che dagli avvenimenti in
quanto tali. Se non siete soddisfatti della vostra vita, c'e' qualcosa
di radicalmente sbagliato in voi.

2. Vivete per lo Spirito o per la Legge? Le autorita' vogliono farvi
credere che se non avete obbedito alle loro leggi durante quest'ultima
ora, avete sprecato il vostro tempo. Gli ambiziosi vogliono farvi
credere che se in quest'ultima ora non avete conseguito qualche
risultato, avete sprecato il vostro tempo. Lo Spirito vi ispira a
credere: "Se non hai affatto utilizzato quest'ultima ora, l'hai
guadagnata".

3. Vi appare un angelo e vi dice: "Potete aver tutto quello che
volete". Che cosa chiedereste? E perche'?

4. Non vergognatevi per nulla di cio' che avete commesso in passato.

5. Tutti gli ostacoli che ci impediscono di raggiungere la felicita'
li abbiamo creati noi. Siete consapevoli di essere stati responsabili
in tutti questi anni della vostra felicita'? Vi siete lasciati
controllare da qualcun altro nell'arco di questo tempo? Quale falsa
convinzione vi ha portato ad agire cosi'?

6. Non e' quanto abbiamo, ma quanto gustiamo che ci rende felici.
Possiamo gustare la vita, quando non abbiamo paura di perdere
qualcosa. Diventiamo liberi, quando finalmente prendiamo coscienza che
quanto sappiamo non ci pui' essere sottratto, o rubato, ne' dagli
altri, ne' da noi stessi.

7. Se vogliamo essere felici, possiamo esserlo immediatamente, perche'
la felicita' sta nel momento presente. Se pero' vogliamo essere piu'
felici di quello che siamo, o piu' felici degli altri, allora
manifestiamo le qualita' di una persona infelice, perche' la felicita'
non si puo' paragonare. Questo tipo di desiderio e' insaziabile.
Possiamo essere felici nella misura in cui lo siamo, e non possiamo
mai misurare quanto sono felici gli altri.

8. E' possibile costruire solo tra persone consapevoli. Persone non
consapevoli non possono scambiarsi amore. Possono scambiarsi soltanto
desideri, pretese, lusinghe reciproche e manipolazione. Verificate il
vostro amore, il vostro livello di consapevolezza: quando un vostro
particolare desiderio si scontra con l'opposizione, o il rifiuto della
persona amata, con quale rapidita' il vostro attaccamento si trasforma
in risentimento?

9. L'unico demonio che esiste e' l'incoscienza, cioe' l'incapacita',
l'ignoranza o il fallimento, di vedere la vita come realmente e', di
capire le persone come sono e di accettare gli altri senza paura.
Guardare la vita in base agli schemi di un'ideologia piuttosto che con
il cuore, gli occhi e il pensiero, ecco il male del mondo -
l'incoscienza. Gli uomini quasi sempre non sanno cosa fanno. Per lo
piu' vivono gran parte della loro vita nell'incoscienza, con identita'
sbagliate.

10. La differenza tra noi e i criminali sta piu' in cio' che facciamo
che in cio' che siamo. In determinate circostanze tutti i
comportamenti sono possibili.

11. Non esistono difficolta' nei confronti degli altri. L'unica
difficolta' sta dentro di voi. Il problema non sono gli altri, ma il
vostro modo di reagire di fronte a loro. Scoprite perche' reagite in
un determinato modo. Cosi' diventerete capaci di rompere con le vostre
illusioni.

12. L'unica causa della vostra sofferenza sono le vostre idee su come
gli altri dovrebbero comportarsi nei vostri riguardi, credendo che le
vostre idee siano le piu' corrette. Voi non soffrite per quello che
gli altri fanno, ma perche' pretendete che gli altri si comportino
secondo i vostri desideri. Ed essi violano le vostre aspettative. Sono
le vostre aspettative a ferirvi. Abbassate il livello della vostra
angoscia; ne deriveranno tre meravigliosi vantaggi. A. Vivrete in
pace. B. Le persone continueranno ad agire secondo i loro propri
modelli e questo non vi causera' la minima sofferenza. C. Avrete piu'
energia per realizzare cio' che volete, poiche' non sprecherete il
vostro tempo pretendendo che gli altri vivano secondo i vostri
progetti.

13. Perche' le relazioni umane (amicizia, dialogo, sesso, ecc.) sono
tanto dolorose, stressanti e ansiogene? Ogni sofferenza e' causata da
aspettative, pretese, speranze e desideri inconsci. Voi vorreste che
le persone agissero cosi' come a voi aggrada. Se abbandonerete tali
aspettative, la sofferenza sparira'. Sperimenterete un fantastico
senso di sollievo; sara' come respirare aria pura.

14. L'amore non e' una relazione. E' uno stato dell'essere. Voi siete
in uno stato d'amore? Lo state vivendo?

15. L'amore perfetto scaccia la paura perche' non ha desideri,
pretese; non baratta, non giudica, non ha angosce negative. L'amore
semplicemente e', e' presente, vede e agisce.

16. Cio' che gli uomini spesso chiamano amore in realta' e'
auto-interesse. Avendo imparato pero' dai libri, o dall'obbedienza, a
equiparare l'amore alla virtu' e a viverlo in un modo che risulti
accettabile agli altri, pensano che ogni loro premura sia puramente un
gesto di amorosa dedicazione apostolica. Anche questo pero' e' ancora
auto-interesse, camuffato da generosita'.

17. Amare gli altri significa essere completamente felici anche senza
di loro, senza paura di far loro del male, senza puntare a
impressionarli, senza temere che possano smettere di volervi bene e
quindi vi abbandonino. Indipendentemente da cio' che essi dicono o
fanno, voi vivete in pace. Non colmate il vostro vuoto con gli altri,
chiamando questo amore.

18. Quanto piu' amate gli altri, tanto piu' potete fare senza di loro.
Quanto piu' amate gli altri, tanto piu' potete fare con loro. 19. Il
miglior esame di coscienza che potete fare e' chiedervi: "Come ho
vissuto quest'ultima ora?".

lista_sadhana@yahoogroups.com

SENTIRE L'ENERGIA




 



(di Loredana Filippi)

---------------------

Per avere un'idea concreta di cosa significhi percepire l'energia che
scorre, basta prestare attenzione ad alcune sensazioni, prima attraverso
facili esercizi da praticare ovunque, poi con la semplice consapevolezza
rivolta ai gesti più semplici.

E' un termine abusatissimo, per alcuni di moda, per molti ancora troppo
astratto. Eppure non esiste nulla di più concreto del Qi, la "forza che
scorre", che permea ogni cosa e sottende ogni manifestazione del reale. E'
presente ovunque, sia nella materia 'inerte' sia negli organismi cosiddetti
viventi.

 





Abituarci a percepirlo non è difficile e dipende dal grado di
sensibilizzazione che sviluppiamo. Proviamo a metterci seduti in posizione
comoda, schiena diritta e piedi che toccano terra. Uniamo le mani e
strofiniamo velocemente i palmi uno con l'altro per qualche secondo. Poi ci
fermiamo e li allontaniamo di qualche centimetro. Facciamo attenzione a non
chiudere le braccia premendo contro le ascelle: braccia e spalle devono
essere rilassate.

Da questa posizione ascoltiamo le sensazioni che possono giungere.
Eventualmente, tenendo sempre il palmo delle mani uno di fronte all'altro,
proviamo ad allontanarle ed avvicinarle un poco, fino a percepire qualche
sensazione. Possiamo tenere una mano ferma e lasciare che l'altra compia
qualche movimento rotatorio e sommare così movimenti e posizioni diverse.

Cosa possiamo sentire? Generalmente si avverte una sorta di flusso scorrere
da un palmo all'altro, come qualcosa che pizzica, formicola o bolle, o
qualcosa che spinge: il Qi scorre da una mano all'altra.

Dopo questo esercizio, possiamo provare a passare una delle mani sulla
superficie del corpo, nostro o di un'altra persona, senza portarla in
contatto ma mantenendola a qualche centimetro di distanza. Non è difficile
percepire il movimento della mano e possiamo anche provare a far "sentire"
all'altro, con gli occhi chiusi, eseguendo l'esercizio sul suo corpo.

Con la pratica, possiamo giungere a percepire punti energetici diversi del
nostro corpo o di quello di altri, riconoscendone la diversa intensità e il
diverso 'sapore' energetico; possiamo sentire la "forza" di un cristallo
tenendolo semplicemente fra le mani oppure facendolo ruotare leggermente,
con la punta diretta verso il palmo. Possiamo sentire che la sua forza,
proporzionale al tipo di pietra e alle sue dimensioni, può esser percepita
anche attraverso ostacoli, come mani di più persone sovrapposte (senza
contatto) una all'altra.

I più sensibili avvertiranno anche l'energia di una pianta, così come quella
delle diverse emozioni che ci attraversano; oppure potranno "ascoltare le
fibre" energetiche di una persona, con la quale stanno parlando o cui sono
semplicemente vicini. Più si progredisce nella sensibilizzazione, più si
scopre che l'universo della percezione di cui l'essere umano dispone è
davvero infinito.

lista_sadhana@yahoogroups.com

BUON LUNEDI' E BUON INIZIO SETTIMANA

 


Buon pomeriggio cari compagni di viaggio sulle strade della vita.
Oggi è iniziata una nuova settimana, ma non solo, è ricominciata anche l'ora legale e le giornate si sono allungate. E' come una iniziazione al nuovo tempo, quello primaverile. Il grande freddo praticamente non si è fatto sentire, almeno da noi, ne guadagnano le bollette, ma perde la salute e la natura. Mio marito dice che i muri esterni dela casa sono tappezzati da insetti, del resto le larve hanno resistito e saremo invasi. Ma quanto di questo è naturale e quanto è indotto? Guardo sempre il cielo con sospetto, con il timore di vedere quelle griglie strane che, mano a mano, si allargano e si dissolvono.
Mi piace scrivere, affidare i miei pensieri e le mie riflessioni sulla vita a dei fogli word...certo non è   romantico come quando si usava la penna con il calamaio, ma è certamente più veloce e più pratico. Scrivo, scrivo per me perchè poi tutto resta nascosto, quasi che avessi paura di mostrarmi a nudo, con le mie debolezze, con i sentimenti più intimi, con le emozioni più forti.
Scrivere è una lavanda dell'anima, un lavaggio profondo che ripulisce le ansie, le fobie le paure, scrivere è ciò che fa di me una artista delle emozioni, solo che invece del pennello uso la tastiera.
E poi leggo,leggo molto quando ci riesco, principalmente saggi, saggi sulla consapevolezza, testi di antichi scrittori, perennemente alla ricerca di nutrimento per l'anima. E così ho compreso qualcosa su questa vita, mi ci sono voluti più di quarant'anni, ma, intendiamoci, più vado avanti e più scopro di non sapere e quindi continuo cercando di applicare quanto apprendo sui libri.
Ho scoperto che se li rileggi a distanza di tempo scopri altri contenuti a cui non avevi fatto caso prima, o forse è la consapevolezza che è diversa e l'approccio cambia totalmente.
Ho elaborato un mio metodo fondato sul desiderio di poter essere utile a chi lo richiederà, perchè tutti attraversiamo le notti profonde dell'Anima, quelle in cui ti senti sconnesso da tutti e da tutti.
Alcuni chiamano questo periodo Nigredo o Opera al nero e si riferisce alla frase che il mio secondo Maestro mi disse: togliti i calzari ed attraversa il deserto rovente a piedi scalzi su pietre e rovi.
Così ho fatto.
Ed è stata l'esperienza più dolorosa della mia vita.
Ho scoperto dentro di me mostri che ignoravo abitassero il mio inconscio.
Ho dovuto combattere con mè stessa su diversi campi di battaglia.
Ho avuto l'anima straziata.
Il buio più buio, denso...liquido...orribile...
Mi sono dibattuta con tutte le mie forze e poi ho capito che non serviva la forza, no, serviva l'Amore.
E' stata la scoperta più emotivamente densa di significato.
Mi sono arresa, completamente.
E oggi so che ogni volta che pongo resistenza faccio e mi faccio del male.
E questo oggi è quello che vi voglio passare...fatevi canna, piegatevi e non vi spezzerete.
Parola di scout ! Augh !

Gabry

AFORISMI E CITAZIONI:L’unico modo in cui le cose possono migliorare è renderci conto che siamo tutti interconnessi












 







































































































ღϡ₡ღღ Cartoline di Yumy ღღϡ₡ღ












ღϡ₡ღღ Cartoline di Yumy ღღϡ₡ღ



 


Sono le scelte che facciamo che dimostrano quel che siamo veramente, molto più delle nostre capacità.
(Joanne Kathleen Rowling)

by Luisa

- Dipinto della copertina del libro "Harry Potter e la camera dei segreti" - 















Quando deve succedere qualcosa di bello, la notte prima dovrebbe essere brevissima. E non bisognerebbe dormire. Potresti perdertela…Perché le cose belle durano poco.
(Snoopy)

Illustrazione: ( Dal Web) 













“Salutarsi è una pena così dolce che ti direi addio fino a domani.”
(William Shakespeare)

by Luisa

- Dipinto di James Archer - 













“L’unico modo in cui le cose possono migliorare è renderci conto che siamo tutti interconnessi. Da soli non possiamo fare niente di buono. Se solo riuscissimo a collaborare per il bene comune, invece che l’uno contro l’altro in competizione e mossi dalla paura “!

(Bronnie Ware, Vorrei Averlo Fatto) by Tommaso
Foto surreale: ( Caras Ionut ) 












Amore Eterno


























Amore Eterno














Amore Eterno













Amore Eterno












Amore Eterno












AFORISMI E CITAZIONI:Non disprezzate la sensibilità di nessuno. La sensibilità di ognuno è il suo genio. Charles Baudelaire




“Le persone tornano, tornano, tornano infinite volte non rendendosi conto che bastava rimanere, rimanere una sola volta.”

[Laura Ortolani]

* Eddy Leiva : Without You Here (2013), photography 















L’ULTIMO VIANDANTE di Mario Quintana

Era un sentiero così vecchio, figlia mia,
che non sapeva più dove andava…
Era un sentiero
vecchierello,
perso…
Non c’erano orme
di passi nel giorno
in cui per caso lo scoprii:
pietre ed erica stavano coprendo tutto,
il sentiero agonizzava, moriva
solitario…
E ho capito…
Sono i passi che fanno il sentiero.

* Matthew Nixon : Path through the woods (2012), photography 










 


"Mentire alla propria maniera è quasi meglio che dire una verità che appartiene ad altri; nel primo caso, tu sei una persona, ma nel secondo sei solo un pappagallo!"

[Fëdor Dostoevskij, da "Delitto e castigo"]

* Jenny Lehmann : Parrot (2012), digital art 











 


"I luoghi più sacri per gli occhi umani sono quelli in cui non v'è umana presenza."

[Michelangelo Da Pisa]

* Ann Marie Bone : Alpine Spring (2013), acrylic on canvas 










 


“La pace non è assenza di guerra: è una virtù, uno stato d'animo, una disposizione alla benevolenza, alla fiducia, alla giustizia.”

[Spinoza, da "Opere. Trattato teologico-politico"]

* Madalina Iordache-Levay : Sunset over the ocean (2006), digital art 












  


“«Un giorno ho visto il sole tramontare quarantatré volte!»
E più tardi hai soggiunto:
«Sai... quando si è molto tristi si amano i tramonti».
«Il giorno delle quarantatré volte eri tanto triste?»
Ma il piccolo principe non rispose.”

[Antoine de Saint-Exupéry, da "Il piccolo principe"]

* Rat-patooty : Le Petit Prince et le coucher du Soleil (2010), drawing 











 


E quando si arrossisce, significa si', vero? È una sfumatura d'acquerello sulle guance, un tocco intimo, impudico e pungente che vale una conferma.

(Antoine de Saint) - Exupéry

- by Loriana

Illustrazione: (Dal Web) 









 


" Prima di giudicare il prossimo, controllare la propria spiga."

(Sant'Agostino) - by Loriana

Immagine: (Dal Web) 








 


Cerco di amare la vita come meglio mi riesce,
accettandone anche le difficoltà, le rinunce e persino i dolori.
Accolgo fiducioso ogni nuova giornata
e la vivo cercando di apprendere,
di amare e di meravigliarmi.
E tutte le volte che la vita riesce a stupirmi,
le sorrido con la stessa gioia
di un fanciullo che ha finalmente ricevuto
il regalo che aspettava da tanto tempo.
(Agostino Degas)

Dipinto: (Édouard Gelhay) 








 


Mi piacciono le persone come realmente sono, non come vogliono apparire. Sono libri aperti, le persone. Per chi le sa leggere. (Agostino Degas)

Illustrazione: (Mizzi Illustration) 











 


Il futuro delle persone che si amano è scritto nei loro cuori. Viene scritto da loro ogni volta che si scelgono. Ogni volta che ciascuno è un regalo per l’altro.
(Agostino Degas)

Illustrazione: ( Christian Asuh) 











 


Ogni giorno è quello giusto per cambiare. Per rallentare i ritmi, per gustare meglio le cose ed apprezzare di più le persone. Per stare meno da soli in mezzo alla folla e per stare di più in nostra compagnia. Per imparare a guardare meno la TV e di più le persone. Per parlare meno ed ascoltare di più. Ogni giorno è quello giusto per smettere di esistere ed iniziare a vivere. E ad amare.
(Agostino Degas)

Illustrazione: (Monica Carretero) 










 


“Camminare a me non va, in bicicletta vo' meglio. È un mezzo meno faticoso. Fino a poco tempo fa pedalavo spesso, ricavandone equilibrio, voglia di fare e volontà.”
(Margherita Hack)
Disegno (matita e carboncino) di Franco Clun – “Pencil Margherita”

by Luigi 









 


Cambiate idea ogni tanto, altrimenti la testa sa di chiuso!

Walter Ego 









 


Io non conosco nessun altro segno di superiorità nell'uomo che quello di essere gentile.

Ludwig van Beethoven 












 


« Leggere è un modo particolarmente elegante di tenersi lontano dagli altri. »
Giovanni Soriano.
Per me leggere è un modo per capire meglio gli altri e se stessi. 








 


È inutile cercare chi ti completi, nessuno completa nessuno, devi essere completo da solo per poter esser felice.
(Erich Fromm) 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Si crede che, quando una cosa finisce, un’altra ricomincia immediatamente. No. Tra le due cose, c’è lo scompiglio.
(Marguerite Duras) 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Musica riempi il vuoto e il silenzio.
Regalami brividi sulla pelle.
Danzerò con i miei pensieri, troverò infine le parole.
Troverò pace.
Rosalda Schillaci 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ogni vita potrebbe essere un romanzo. Ogni vita nasconde un dramma. Un segreto. Offrire con le parole il proprio cuore al mondo è una scelta che potrebbe far soffrire.
E allora si rinvia. Ma è cosa giusta?
Vorrei sul mio libro apporre una scritta "maneggiate con cura" Nelle pagine di semplice carta c'è l'alito di vite, errori, fragilità di uomini e donne. Leggetele con rispetto senza giudicare.
Ma quanti lo farebbero?
E allora? Rinvio ancora il pubblicare ...
Troverò mai il coraggio? Sono vigliacca per natura e continuerò ancora a rinviare.
Il mio libro giace in un cassetto aspetta ancora il momento di mostrarsi al mondo. Imperfetto ma con inchiostro intinto in verità e fantasia nasconde un cuore puro che ha paura di svelare.
Rosalda Schillaci 











 


Chi sa amare, soffrire e perdonare non sempre vince. Spesso un urlo gli rimane in gola, spezzato dal buon senso. Ma quanto sarebbe bello lasciarsi andare. Gridare al mondo la rabbia di non sentirsi capito, trovare il coraggio di fuggire e non più tornare.
Forse ci si ricorda di sapere amare e allora si continua a soffrire e perdonare ... e non importa se si vince l'importante è dare.
Rosalda Schillaci. 











 


Non disprezzate la sensibilità di nessuno. La sensibilità di ognuno è il suo genio.

Charles Baudelaire
  


post scorrevoli